CHI SIAMO

Come nasce

La Chiocciola è un Centro Acustico che nasce dalla stretta collaborazione di due professionisti nell’ambito audioprotesico, Gabriella Di Verde e Salvo Prestigiacomo.
E’ proprio il connubio tra l’esperienza professionale e quella manuale-tecnica che ci permette pertanto di garantire ai nostri pazienti un servizio accurato, tempestivo e minuzioso.

 

D.ssa Gabriella Di Verde

Laureata in Audioprotesi presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia all’Università degli Studi di Siena.
Esperienza decennale sull’applicazione protesica.

Specializzata nella protesizzazione infantile e nel trattamento dell’acufene.

 

 

IMG_1110Salvo Prestigiacomo

Diplomato presso l’Istituto Professionale Industria e Artigianato Ascione di Palermo.
Esperienza ventennale nella produzione di apparecchi acustici e auricolari su misura.

 

Professionisti dell’udito

La Chiocciola offre un servizio di primo livello, personale costantemente aggiornato e un centro acustico accogliente e facile da raggiungere. L’esigenza di offrire servizi di eccellenza ci inducono costantemente a ricercare le migliori tecnologie e a cercare continui aggiornamenti ed informazioni sulle evoluzioni tecnico-professionali.

Nel nostro Centro troverai un’ampia gamma di apparecchi acustici digitali selezionati tra le migliori marche in commercio e adatti ad ogni specifica esigenza.

La Chiocciola è iscritta tra i fornitori ASL, pertanto in grado di fornire, agli aventi diritto, gli apparecchi acustici a carico del Servizio Sanitario Nazionale in base alle disposizioni del Ministero della Salute.

La strumentazione del nostro centro

Il nostro centro è dotato delle migliori apparecchiature di misurazione e calibrazione per far sì che ogni paziente trovi la soluzione più appropriata al suo problema di udito.

  • Esame video-otoscopico
    La Videoscopia permette la miglior visione possibile del condotto uditivo, consentendo al paziente di vedere in video il suo timpano e le condizioni del suo orecchio.

 

  • Esame audiometrico tonale e vocale 
    Dal momento che l’audiometria tonale misura la sensibilità del soggetto per toni puri (con la quale possiamo documentare il tipo e l’entità della perdita uditiva alle varie Frequenze),è evidente che offre una valutazione solo quantitativa della funzione uditiva, possiamo considerare l’audiometria vocale come una tecnica prevalentemente qualitativa atta a misurare la capacità del sistema uditivo ad interpretare la voce umana. Tutto il sistema uditivo, quindi, deve essere intatto perché il processo di comunicazione verbale possa verificarsi.

e tanto altro… 

 

TOP